Crea sito

comiso



'U Signuri ciuri na potta

 

http://comiso.altervista.org

e rrapi 'n putticatu


LETTERE E
MESSAGGI

comisani@libero.it





COMISO E COMISANI





COLLEGAMENTI

- TRADIZIONE

- RELIGIOSITÀ POPOLARE

- STORIA LOCALE

- COMISANI

- NOMI E COGNOMI

- VARIA


- DIARIO APERTO

-
VECCHIE IMMAGINI

-
INNO A COMISO


HOME PAGE



LETTERE DAI VISITATORI

Questa pagina è dedicata soprattutto ai Comisani che ci scrivono. In maggioranza sono Comisani emigrati, o loro discendenti, che, attraverso internet, cercano notizie ed immagini del loro paese o vogliono mettersi in comunicazione con altri Comisani.

L'affetto che essi mostrano per il loro e nostro paese ci ha indotto a realizzare questa pagina, nella quale vengono riportate le mail che abbiamo ricevuto.
Solamente quando il mittente lo richiede oppure desidera essere contattatto viene riportato il suo indirizzo di posta elettronica.

Non mancano mail di non comisani che sono interessati a persone o avvenimenti del nostro paese.

In questa pagina sono riportate le mail ricevute negli anni 2001, 2002, 2003, 2004, 2005 e 2006.
Nelle pagine seguenti sono riportate le mail ricevute
-
negli anni 2007, 2008, 2009 e 2010
-
negli anni 2011, 2012, 2013 e 2014.




ANNO 2006

27/12/2006

Sono una studentessa della lingua italiana all'Università di Varsavia e sto scrivendo la mia tesi di laurea sulla Sicilia e sui personaggi conosciuti nel mondo che hanno la provenienza siciliana.
Recentemente ho sentito di un grande autore, Gesualdo Bufalino.
Siccome in Polonia non ci sono suoi libri, c'e' la possibilita' di ottenerli mediante il sito?
Ho una domanda: forse avete qualche fotocopia dei libri di Gesualdo Bufalino che si puo' inviare via email?


Cordiali saluti,

Aneta Rzenca (Varsavia - Polonia)

16/11/2006

Sono un comisano che dal 1976 vive in Germania.
Ogni anno torno a Comiso per le vacanze; devo dire che Comiso mi manca
e sono felice di ritornarci ogni anno.
Seguo tutto quello che succede a Comiso tramite il giornale LA SICILIA
e le trasmissione televisive sul satellite.
Mi piacerebbe contattare paesani che mi conoscono, con la speranza di riallacciare i contatti.

Saluti a tutti i comisani nel mondo

Silvestro Gurrieri (comisano@yahoo.de )

11/11/2006

Da Comiso (terra di arte, cultura, semplicità e bontà) un saluto a tutti i Comisani

Giuseppe Pace                                    

09/11/2006

Non potevo mancare, anche quest'anno, a fare a Voi ed a tutti i comisani all`estero
i piu vivi auguri di Buon Natale e felice anno nuovo.
Se qualcuno si ricorda di me, può contattarmi.

Dalla Svizzera un... baciamo le mani a tutti

Gino Amico (gino.amico@deejaymail.it )

03/11/2006

COMISO E COMISANI è un sito strappalacrime per chi vive lontano da Comiso,
che mi dà l'opportunità di anticipare il Buon Natale a tutti i compaesani sparsi nel mondo, compresi i residenti a Comiso che invidio.
Sono più di 30 anni che sono fuori dal nostro amato paese, anche se di tanto in tanto ritorno.
Saluti da Cremona

Biagio Civello (classe 1952)
biagio.civello@tele2.it

27/10/2006

Salve a tutti coloro che leggeranno questo messaggio.
Sono comisano e da 32 anni vivo in Germania.
Mi chiamo
Antonio Foresta e vorrei contattare qualcuno che si ricorda ancora di me.
Saluti

Antonio Foresta ( foresta@t-online.de )

P.S.: a Voi ed a tutti i comisani all`estero i piu vivi auguri di Buon Natale e felice anno nuovo

11/10/2006

Questo sito diventa sempre piu' bello e completo. Lo guardo spesso e lo mostro a tutti, qui in Gran Bretagna.

Questo ottobre verro' a Comiso per due settimane.
Se tutti i comisani all'estero tornassero a Comiso... la citta' diventerebbe una metropoli!

Bravi, complimenti per il sito... Grazie, a volte mi commuove pure.

Un saluto a tutti i comisani all'estero,


Marco Baglieri

24/09/2006

Quale è la condanna per un reato grave? "L'esilio".
Credo che questa sentenza sia stata inflitta a tutti i
cumisari ca ppì nu mutivu o n'autru abbiano lasciato la casa natia, la bella cittadina nella valle dell'Ippari, COMISO.

Dopo molti anni ho rivisto con immensa emozione la città cosi calda ma rinnovata,
rinnovamento tale che quasi mi perdo nella sicurezza della conoscenza dei luoghi;
con centri culturali, ritrovi per i giovani (e poi ascoltare frasi uguali a quelle della mia giovinezza: "non c'è nulla per i divertimenti,
sulu 'a passiata a villa, bar o circulu").
Devo ammettere che manca molto alla mia vita la tempra di crescita nel luogo di nascita.

Ho pianto  alla visione dei festeggiamenti della SANTA PASQUA sul canale satellitare di una emittente locale, emozione condivisa da altre persone che assistevano all'evento.

Una cosa voglio sottolineare per i miei concittadini: Preservare tutto ciò che può essere utile per il turismo (mare - parchi naturali - attrazioni culturali), attrezzandoli e curando l'ospitalità come i
cummisari sanno fare.
Ho appreso che purtroppo l'archeologia non rientra nei piani di ricerca per lo sviluppo turistico, anche se prove di civiltà antiche sono state portate alla luce.

Concludo dando un virtuale abbraccio alla mia mamma
Eugenia, alle mie sorelle Nunziatina e Giovanna e ai nipoti Santo e GianBiagio, nonchè a tutti gli amici d'infanzia e di compagnia.
Saluti a tutti

Giuseppe Cassibba (Milano)                                                                                                            

19/09/2006

Sono un Americano di genitori italiani.
  Mio padre,
Raffaele Molè, nacque a Comiso il 15 Novembre 1908.  Suo padre (mio nonno) si chiamava Biagio Molè.  Sua madre (mia nonna) si chiamava Concetta Iapichino in Molè.

Quando mio padre era un ragazzino la sua famiglia immigro’ negli Stati Uniti.

Nell'ottobre 2006 io e mia moglie verremo in Sicilia.
Mi farebbe un gran piacere visitare la casa natalizia (o la strada) di mio padre.
Per favore, comunicatemi l’indirizzo della casa dove abitava la famiglia di mio padre.
Grazie molto

Kenneth Molè (New York - USA)

Email divarson@mail.colgate.edu

12/08/2006

Sono Carlos Iacono e vi scribo dall'Argentina.
Il 6 e 7 di settembre di questo anno verró a COMISO per conoscere il paese dove sono nati i miei genitori, mio fratello Angelo e i miei nonni.
Ho molto desiderio di conoscere Comiso!

Vorrei  incontrarmi con qualche parente, ma ho perduto il contatto,  giacché  la mia Mamma é morta molti anni  fa. Lei escriveva a una zia che abitaba in Comiso.

I miei genitori
Annunziata Turtula e Giuseppe Iacono abitavano en Via Archimede 26.
I miei nonni:
Angelo Iacono e Giuseppa Meli; Antonio Turtula (nato nel 1886) e Teresa Meli (morta il 30 -6-1945).
I miei bisnonni:
Raffaele Iacono - Giovanni Turtula - Salvatore Meli.
Vi prego di aiutarmi a trovare i miei parenti e Vi ringrazio molto.

  Carlos Iacono ciacono@neunet.com.ar Neuquén - Patagonia Argentina

26/07/2006

Mi chiamo Maria Grazia; sono nata a Comiso e vivo a Torino da 40 anni.
Che bello vedere che c'è un sito sul mio paese!
Ogni tanto vengo giù ed è sempre triste lasciare questo paese stupendo.
Complimenti

Cubisino Maria Grazia

20/07/2006

Ciao Comiso,

sono Angelo Guastella, sono nato a Comiso, e, da quasi 30 anni, vivo in Germania.
Ogni anno torno a Comiso con la mia famiglia.
Tanti auguri e saluti

Angelo

01/05/2006

Ciao,

mi chiamo Franco Amico e vivo in Germania.
Grazie a mio fratello
Gino (che saluto assieme alla sua famiglia) ho conosciuto
il sito COMISO E COMISANI. Bello ed interessante; complimenti .

Vorrei salutare tutti quelli che si ricordano ancora di me,
inoltre saluto mia nipote Pinuccia e famiglia.

Un saluto a tutti i Comisani nel Mondo.


Franco Amico

29/03/2006

Sono Pinella Lena, figlia dell'ing. Vincenzo Lena e nipote del famoso don Raffaele Lena (uno dei fondatori della segheria Lena, Licalzi e Saddemi)...

Ho visitato il sito: è molto ben fatto! Complimenti...
Nel mio studio (sono architetto e vivo a Roma) ho molti libri su Comiso... Un paese che amo e ho amato tanto!
Un caro saluto e complimenti

Pinella Lena

25/03/2006

Ciao COMISO,
sono il Carabiniere
Mezzasalma Giombattista; adesso vivo e lavoro a Genova.

Non vedo la mia BELLISSIMA CITTA' da tre mesi, ma per me è un'eternità.
Spero che si continui a migliorarla come avviene da tanto tempo, perchè quando tornerò voglio restare 
stupito dalla sua bellezza. Come sempre.

Un saluto dalla Liguria a tutte le persone che mi conoscono. 

13/03/2006

Carissimi,
complimenti per il sito: è bellissimo!

Lo guardo spesso, mi sembra una macchina del tempo, dove si incrociano spazi perduti e s’incontrano personaggi da “museo d’ombre”.

Per me che non vivo più a Comiso, ‘A Razia, A Strata ‘a lumi, ‘U Strittu,
e poi ‘A nuvena ra Nunziata, ‘A sittina ra ‘Ddulurata sono nomi e riti che rievocano
un passato magico, da favola irlandese con i suoi folletti nelle
vanedde e nei dammusi.

Ho letto recentemente il libro di Salvatore Fiume, W GIOCONDA, pubblicato negli anni ’40 a Milano e ristampato nel 1975: ve lo consiglio, è una straordinaria galleria di luoghi e fatti della Comiso degli anni venti; oltre trecento pagine scritte con un travolgente linguaggio impregnato di termini dialettali e con costruzioni di periodo che riprendono modi di dire comisani. Grazie

B. Battaglia

07/01/2006

Cerco il comisano Biagio Pelligra, col quale ho fatto il servizio militare a Pavia,
nella compagnia MASCHIO.
Da molti anni cerco di rintracciarlo, ma senza esito. Grazie

Salvatore Cutrone (Sacile/Pordenone)




 




ANNO 2005

14/12/2005

SALVE, SONO VINCENZO.
SONO IN FLORIDA  DA 3 MESI, E COSI`, PER CASO, HO TROVATO QUESTO SITO.
NE SAPEVO L`ESISTENZA  MA NON CONOSCEVO I CONTENUTI.

PER RIFERIRMI A QUEL RAGAZZO DI COMISO SECONDO IL QUALE VIVERE A COMISO E' BRUTTO PERCHE` NON C`E` NIENTE, DICO SOLAMENTE CHE QUANDO SEI LONTANO, ED IO LO SONO SOLO DA POCHI MESI, COMISO E' LA CITTA` PIU` BELLA DEL MONDO.

GRAZIE PER AVERMI FATTO PASSARE UN'ORA DIVERSA VEDENDO LA MIA AMATA CITTA`.

UN SALUTO A TUTTI I MIEI COMPAGNI. CIAO

VINCENZO CASTILLETTI

02/11/2005

Scrivo da Roma, ma son cresciuto a Comiso anche se non vi sono nato.
Leggo con interesse il vostro sito, ma noto molte dimenticanze.
Tra gli uomini illustri che hanno fatto la storia di Comiso ne manca uno in particolare:
il prof.
Andrea Amaru', uomo politico e di cultura,
nonché  preside del Liceo-Ginnasio "CARDUCCI" per molti anni.
Ho letto, tra l'altro, anche del buon
Pinò Colombo,
un grande non capito nel mesto scenario provinciale di Comiso.
Comiso non è solo Fiume o Bufalino,
ma anche i tanti piccoli grandi personaggi che hanno fatto la storia cittadina del '900.
Saluti

Dott. Giuseppe Francesco Cipolla

10/08/2005

Mi chiamo Moreno Rimmaudo e scrivo da Clark New Jersei - USA.
Mio padre era di Comiso e si chiamava
Biagio Rimmaudo;
mio nonno si chiamava
Giovanni Rimmaudo. Un saluto

Moreno

30/06/2005

Saluti, scribo dal Venezuela.
Mi fa molto piacere vedere questa pagina in internet che parla dei
cumisani.
Mio padre è nato nella vostra bella città ed è venuto nel mio paese nel 1957 per formare una bella famiglia Comisano-Venezolana.
Il nome di mio padre era
Biagio Lauretta Catalano. Ancora i miei parenti vivono in Comiso.
Ho il grande desiderio di un´altra volta vedere il paese di mio padre: "COMISO".
Salutti...

Juan Felipe Lauretta Boscan

29/03/2005

Gentilissimi Comisani,
sono un sacerdote di Vicenza.
Da tempo cercavo le tradizionali
novene e coroncine e mi sono imbattuto nel vostro sito.

Vi faccio i migliori complimenti per la bella proposta religiosa.
Vi faccio una richiesta: sarebbe possibile avere una traduzione italiana delle novene e coroncine scritte nel vostro dialetto? Grazie!  

don Giuseppe

26/03/2005

Dalla Svizzera un saluto a tutti i Comisani, in particolare a mio cugino Antonio Lucifora.

BUONA PASQUA a tutti!

Gino Amico

27/02/2005

Sono ANTONIO LUCIFORA, nato in Comiso nell'anno 1944 - via Verona.
Mio padre
Giuseppe Lucifora emigrò in Francia fra il 1946 e il 1948.
Ho frequentato le scuole elementari di Comiso fino al 1954
.
Nel settembre 1954 mamma,  fratelli e sorella abbiamo raggiunto papà Giuseppe.
Mi ricordo, come se fosse ieri, che la  nonna Giuseppina e le zie piangevano;
ed io, che ero un ragazzino di 10 anni, avevo il cuore rotto di dolore.
Lasciavo dietro di me parenti,  i compagni di quartiere, di scuola, di giochi, le strade che tracciavo tutti i giorni, le Chiese, i monumenti.
10 anni dopo (ormai adulto) sono tornato nella nostra bella città e l'ho trovata ancora più bella. La mia testa si è messa a girare come un film,  nel ricordare momenti straordinari di quando ero fanciullo.
Mi sono messo in cerca dei miei compagni; ho trovato solo uno, Biagio Tirone, che abitava anch'egli in via Verona. Quanto fu grande la nostra gioia d'esserci ritrovati!
50 anni dopo, grazie a Internet, ho trovato il sito dei
Cumisari.
Mille grazie d'avermi dato l'opportunità di entrare in contatto con
Cumisari.

Oggi sono uomo ritirato dalla vita attiva. In Francia ho lavorato prima nell'industria meccanica di precisione, dopo nell'ingegneria industriale. Ho avuto la gioia, durante la mia carriera, di aver contribuito studiando qualche Conformità ISO di Fabbrique vecchie in Italia.
L'orologiaio
Lucifora Benito è un mio cugino. Mio padre e suo padre erano fratelli (deceduti tutti due).  Cordialmente

ing. Antonio Lucifora

04/02/2005

Ciao,
No. Non mi ho dimenticato questo site COMISO E COMISANI.
E' passato un po' di tempo da l'ultima volta che vi ho spedito una email.
Ecco questa.
(Scusa.) Seeing all the mail you are getting seems to show that you have successfully brought together many Cumisari nel mondo che veramente non hanno mai lasciato la terra di nashita. Congratulation on a project well done.
 
I came across on the web of some photos from WWII. You may find it interesting.   Grazie.

  Sempre Cumisaru, Tony Avola

P.S.
Mi piaci assai ca vossia sta faciennu stu travaggiu r'anvitari a nui Cumisari ri participari 'nta stu situ.

(Sotto questa tabella si vede una delle due foto inviate con questa mail dal sig. Avola, residente in USA)




 




ANNO 2004

28/12/2004

Mi chiamo Girlando Rosario.
Mio padre, morto nel 1998, si chiamava Giombattista ed era di Comiso come me.
Suo padre Salvatore (cioè mio nonno) è emigrato nel 1910 circa in U.S.A (Baltimore-Maryland) ed è morto nel 1947.
Sua madre Francesca (cioè mia nonna) è rimasta a Comiso, e dopo 1 anno circa che è nato mio padre Giombattista è morta.

Dopo un po’ di tempo nonno Salvatore si è sposato con Sara ed ha messo al mondo, credo, 6 figli; io conosco il nome di Francesca (la più vecchia, che ha sposato Moreno e vive o viveva  a S.Antonio-Texas), di Giuseppe, di Antonio (che è morto) e di Concettina.
Le notizie che ho risalgono a circa 30 anni fa, quando avevo contatti con zia Francesca e con dei cugini di cui non ricordo i nomi.

Se qualcuno mi può fare ritrovare qualche parente,
 la mia e-mail è
parrucchiererosario@virgilio.it

22/12/2004

Siamo la classe IV B dell' Istituto tecnico commerciale di Comiso e stiamo facendo un progetto sui "Comisani nel mondo".
Chiunque avesse foto, documenti, lettere che ci possono servire per questo progetto ci contatti attraverso l'e-mail della nostra scuola.

10/12/2004

Ciao! mi chiamo Stefania Migliore, ho 24 anni, e sono paraguayana.
Miei nonni erano comisani; sono la prima nipote, ma non ho mai conosciuto mio nonno
Giuseppe Migliore (Pepito).

Mia nonna
Sara Monello è deceduta questo anno.
Amavo ascoltare tutte le storie che lei me raccontava.
Il fratello de mio nonno, (io lo amavo como se era mio nonno!) ha scritto anche una biografia dove se poteva leggere anedotti, e cosi ho saputo un po' de nonno.

Sono andata una volta a Comiso per conoscere i parenti e la casa dove miei nonni abitavano da piccoli. Ma solo per un giorno!
Io voglio sapere se qualcuno li ha conosciuti, per sapere un po' di più.
Comiso è veramente bella. Sicilia era el unico luogo in Italia dove me sentiva como "en casa" anche perché i parenti che abbiamo trovato erano veramente incredibili! Gente buona!
Mi piacerebbe parlare con qualcuno con MSN messenger, o scrivere al email.

Se qualcuno vuole scrivermi : stemigliore@hotmail.com

11/11/2004

Il mio nonno Blundo Francesco è nato a Comiso il 05/04/1909, figlio di Blundo Nunzio
(nato a Comiso l'08/08/1884 e morto en combatimento sul Monte Grappa il 24/08/1918 - 1º Guerra mundiale).

Il bisnonno Blundo Nunzio è figlio di
Blundo Francesco, nato a Comiso tra il 1850 e il 1864.
Prego gentilmente trasmettermi l'atto di nascita di
Blundo Francesco (1850/1864).
Con ossequio

   BLUNDO DIEGO -  ARGENTINA

05/11/2004

Sono Raffaele, Cumisanu da sempre e vivo a Treviso da 22 anni.
Cerco concittadini da conoscere per E-mail,
che mi riportino virtualmente a vivere nella mia adorata Comiso (chissà, forse torno a casa???).
Grazie a tutti coloro che raccoglieranno l'invito.
Ciao

Raffaele

16/09/2004

Salve, sono una ragazza di Palermo e sto facendo una tesi sulla vostra città.
Ho visitato il vostro sito: è molto bello.

Volevo chiedervi un grandissimo favore. Per la tesi mi servono alcune santine con le preghiere sul retro; in particolare quelle delle confraternite del SS. Sacramento, di Maria SS. dei Sette Dolori, del SS. Rosario e di Maria SS. Addolorata.

Se qualcuno legge questa e-mail e vuole essere così cortese da aiutarmi vi sarei infinitamente grata. Grazie in anticipo, se qualcuno è disponibile a spedirmi le santine.
Vi prego, senza quelle non posso finire la mia tesi e sarò costretta a venire a Comiso. Grazie

Adriana

20/07/2004

Vorrei contattare il signor Francesco Rizzo,  mio  lontano parente, o suoi discendenti.
Grazie

Domenico Lo Porto

09/07/2004

Complimenti per il sito, che sono andato a visitare per conoscere il paese dei miei genitori e dei miei avi, cosa che ancora non sono riuscito a fare di persona.
Comunque penso che prima o poi un viaggio a Comiso lo farò.

Nel leggere i cognomi di Comiso  mi pare strano non trovare un Girlando, famiglia numerosa e presumo molto antica, o un Inglieri (mio bisnonno); tra l'altro a Comiso e Sicilia di Inglieri ne sono rimasti solo 5.

Sarei grato se potessi avere ulteriori notizie,  perché, anche se non ci sono nato, mi sento profondamente un Siciliano e Comisano.

Un distinto saluto.

Renato Girlando

15/06/2004

Mi chiamo Giovanni Catalano, risiedo negli Stati Uniti dal 1969 in un paese dove di Comisani come me ce ne sono pochi e niente, mentre erano tanti all'inizio del 1900.
Pochi giorni fa ho scritto una e-mail al Dottor Di Giacomo, sindaco di Comiso, proponendo di organizzare annualmente una festa in onore di tutti noi che, per una ragione o un'altra, abbiamo lasciato la nostra bella Comiso e, come nel mio caso, i propri genitori e parenti.
Ho chiesto al Dott. Di Giacomo che l'Amministrazione si faccia promotrice di questa iniziativa dando a tanti l'occasione di ritornare a Comiso e visitare i luoghi dell'infanzia o di quella dei propri genitori o nonni.
Io ho dato la mia disponibilità nell'organizzare tale iniziativa.
Vorrei sapere se ci sono altri Comisani disposti a collaborare.
La mia e-mail e'
Comisostar@aol.com
Nella speranza che questa mia iniziativa venga accolta con piacere dell'Amministrazione comunale e da tutti noi sparsi nel mondo, mando calorosi saluti a voi che avete organizzato questo sito e a tutti i Comisani sparsi per il mondo. Aspetto vostri commenti.
Ciao a tutti.

Giovanni Catalano - Akron, Ohio, Usa

28/04/2004

Dalla Svizzera un saluto a tutti i cumisari ca travagghiunu fora ro Comisu

 Gino Amico

27/03/2004

Grazie di avermi portato a Comiso, anche se solo virtualmente (per ora).
Mi chiamo Sara e scrivo dall'Emilia; sto ricostruendo l'albero genealogico della mia famiglia, famiglia che deve le sue origini in parte a Comiso.
Il mio bisnonno si chiamava Rizza Mario, aveva una sorella di nome Maria, era carabiniere a cavallo, si trasferì in Emilia giovane, poi seguì la sorella a Buenos Aires, dove morì a soli 42 anni.
Suo padre si chiamava Vincenzo Rizza e sua madre Gioachina.

Chiunque avesse informazioni è pregato di scrivermi; mi aiuterà a scrivere il romanzo della mia famiglia e a riallacciare le origini delle radici così lontane...
Grazie in anticipo, con stima e cordialità

Sara saragabelli@libero.it

29/02/2004

Quando ho tempo, visito il sito COMISO E COMISANI,  dal quale attingo notizie sul nostro Paese.

Per me è sempre una scoperta girare per Comiso ed ammirarlo da certe angolazioni, e scopro cose che non notavo quando ci vivevo da ragazzino. Ne sono sempre innamorato.

Un saluto

S.







ANNO 2003

08/10/2003

Complimenti per il Sito, che contiene molte notizie interessanti.
Da piccolo andavo a Comiso molto spesso per la vendemmia o altre raccolte.

Sto facendo ricerche sugli antenati di famiglia e sono anche interessato a metterli nel contesto della storia locale.
E' possibile acquistare/consultare il libro di Fulvio Stanganelli?
Ottimo lavoro!

Bruno Dipasquale, USA

15/09/2003

COMISO E COMISANI è un sito che ho trovato per caso e che rimarrà tra i miei preferiti a vita. Complimenti per tutto il contenuto, spero che venga aggiornato.

Per il momento un saluto cumisaru

Giuseppe

18/08/2003  

Ciao, mi chiamo Emanuel López Molina, ho 20 anni, abito a Buenos Aires in Argentina e vorrei prendere la nazionalitá italiana.

Ho bisogno di trovare il certificato di nascita di mia nonna Paola Mosca, nata il 5 dicembre del 1914 a Comiso (Ragusa) in Sicilia.

Con molta cordialità

          Emanuel López Molina

27/05/2003  

Sono un vostro onoratissimo concittadino... matricrisiaro!

Vorrei suggerirvi di inserire nella sezione "preghiere e canti"
il meraviglioso settenario in onore di Maria SS. Addolorata,
una preghiera che merita un particolare rilievo per l'alto contenuto religioso e la sua popolarità.

Complimenti vivissimi per il sito.

Gianni  

03/05/2003  

Sono comisano, ma risiedo a Roma per motivi di lavoro. 
Colgo l'occasione per salutare tutti i Comisani nel mondo. Complimenti per il sito.....

Gaetano Tomasello e famiglia

29 aprile 2003                

Vorrei avere notizie della familia Vaccaro,
in particolare del signore
Vaccaro Biagio e sua familia.
Lui è mio zio e non ó notizie da alcuni anni fa.

Gabriele Platania

25 aprile 2003

Saluti a tutti i Comisani

fam. Bellassai

23 aprile 2003

Chiedo di informarmi se nei registri del Comune è iscritta la nascita di miei nonni Francesco Lorefice, approssimativo a 1859/65, figlio di Jerónimo Lorefice e Lucrecia Scabesi.
  
Nora Piacentini

11 febbraio 2003

Ringrazio vivamente tutti quelli che hanno collaborato alla realizzazione di questo sito.

Io sono comisana, ma risiedo a Roma. Vengo spesso a Comiso perchè ci stanno i miei parenti.
Saluto tutti i miei concittadini

Paola Guccione

2 gennaio 2003

Buongiorno,
complimenti per il sito, che contiene immagini vecchie molto belle che non avevo mai visto.

Io ormai da un bel po' vivo a Bologna, dove lavoro, e ritorno a Comiso sporadicamente.
E ogni volta che scendo trovo nuove costruzioni stilisticamente discutibili,
che crescono come funghi.
Appunto per questo, vedendo queste immagini della Comiso che non c'è più mi commuovo.

Distintamente

Biagio Battaglia  







ANNO 2002

Natale 2002

Auguri e buone feste dalla Germania  a tutti i comisani e parenti
Ragusa

Auguri di un BUON NATALE e di un felice ANNO NUOVO anche a voi tutti.
Dalla mia casa alla tua casa. Sempre COMISANO, e sempre SICILIANO
Biagio R. (Comisano dal 7/10/52)

10 dicembre 2002

Salve,
ho visitato le pagine del sito COMISO E COMISANI, che ho trovato interessante,
e mi e' sembrato logico inserirlo in
 http://www.turista.it,
il portale sul turismo tra i più ricchi di informazioni (e' visitato da oltre 1.000 utenti al giorno). 
Sperando di aver fatto cosa gradita porgo distinti saluti

Luca Fabbri

21 novembre 2002

Ciao a tutti quelli che amano Comiso!
Io mi chiamo
Laura e ho 14 anni e mezzo.
Mi manca tanto Comiso anche se non ci sono nata.
Io e la mia famiglia andiamo a Comiso ogni estate. Vorrei venire per sempre.
Ciao, a tutti un bacione!!!!

Laura

15 novembre 2002

Ciao G.C. e tutti gli italiani che vivono in Germania!
Io sono tedesca e vivo invece nella vostra Comiso.
Siamo veramente Europei.
Spero che vi trovate bene nella mia amata terra, come mi trovo bene nella vostra.

U.B.

4 ottobre 2002

COMISANI!!! Meno male che ci siete voi.
Mi chiamo
Christian, sugnu lollu macari ìu, ma fuori sede.
E sì, perché sono a Siena per studiare Lingue e Letterature Straniere.
Ho 19 anni e sono da poco qui in Toscana, ma già la mia terra mi manca Veramente.

Vi ho trovati per caso sul web e non ho potuto fare a meno di lasciarmi scappare un sorriso commosso alla lettura dei proverbi e delle locuzioni che avete messo on line.
Beh, mi ha fatto veramente piacere scoprire quest'angolo ibleo anche in rete.

A proposito sapreste togliermi una curiosità?
Dialogando con mio padre del fare e del pensare comisani, si è pervenuti alla teoria che potrebbe racchiudere il pensiero comisano come segue: "O tutto o niente",
riferendosi a delle decisioni che il Comisano debba prendere riguardo a varie attività, come per esempio decisioni aziendali piuttosto che decisioni di carattere logistico o quant'altro.
Sapreste rispondermi? Ve ne sarei molto grato.

Vi porgo i miei saluti e
ratici 'n masuni a' Chiesa a' 'Razia.

27 settembre 2002

Ho avuto modo di leggere i messaggi dei comisani emigrati oltre oceano e mi sono commosso per l'amore che ancora provano per la loro "bella Comiso".

Mi chiamo
Enzo, sono (pardon... ero) di "Santa Crucia Cammerina", mi sono laureato a Roma, dove vivo e lavoro (sono un militare di carriera) assieme alla mia bellissima moglie, che invece è di Comiso (i suoi abitano in una parallela di via Roma e il fratello è un avvocato in erba).

Anche se non sono di Comiso e mio figlio è nato a Roma, per mezzo della mia metà (Tina), amici e parenti acquisiti tutti, sono molto più legato a Comiso che a "Santacruci".
E quando si avvicinano le vacanze (agosto, Natale o "Pasqua") non vedo l'ora di arrivare a casa e tuffarmi nei ricordi, nei profumi e nella buona tavola della nostra bella Comiso!!! 

Enzo

16 settembre 2002

Buona sera a tutti dalla Florida, USA.
Sono molto felice d'aver trovato questo bellissimo sito... le foto sono meravigliose... mi sento proprio vicina a voi. Ho una famiglia stupenda a Comiso... (mi mancate tanto...).

Ho visto anche un messagio d'una persona di cognome "Avola"; la nonna materna di mia mamma si chiamava Avola.
Non saremmo mica parenti? Rispondimi se puoi Signor "Avola"... dove sei in America?

Abbracci a tutti

Marcella

3 settembre 2002

Ho appena dato una guardata al vostro sito... Pero'! Niente male, anzi!
Adesso posso mostrare Comiso con i suoi personaggi, eventi, luoghi, STORIA etc.
ai miei amici inglesi (vivo a Leeds)!

Ho anche visto la lista di cognomi antichi; non dovrebbe esserci anche il mio?
Mi pare di aver letto, tempo fa, su "Comiso Viva", che il mio cognome derivi da un cognome del XV sec.. Il mio cognome "
Baglieri" dovrebbe derivare da "Bagleri".
Tal Bagleri doveva essere, sempre secondo "Comiso Viva", un noto mercante arrivato a Comiso dalla Catalogna.

Mah! Forse voglio solo provare a chiudere gli occhi e ricostruire mentalmente tutte le strade e i vicoli di Comiso.
Non c'e' angolo di Comiso che riesca a dimenticare, dato che tutte le volte che sono lì dopo un po' finisco per annoiarmi e mi metto a girare il paese per ore, cercando storie del passato.

Un saluto,
Marco

17 agosto 2002

Ciao,   finalmente io ho scoperto un sito veramente interessante per me: il sito "Comiso e Comisani", che ha aperto un portale di ricordi della mia gioventu a Comiso nell'anno 1945.

Iu nashiu a Comisu e sugnu sempri Cumisaru pe tutta la mia vita.
Mi chiamo 
Tony Avola, figlio di Juseppe Avola.

I miei figli, con molto mio piacere, hanno voluto vedere tutte le foto di Comiso e hanno mostrato di essere molto interessati a sapere tutte le cose della nostra bella città di Comiso; e vogliono anche fare una visita a Comiso.

Saluti a tutti i miei fratelli Comisani del mondo.

You are doing a great job and making us feel at home again.
Thank you for creating an excellent site home page.

P.S.: Io vi ringrazio molto per avere construito questo sito per noi Comisani e forse anche altri Siciliani, perchè siamo tutti veramente Siciliani.
 Ogni giorno io faccio visita a "Comiso e Comisani"; per me questo sito serve per ritornare al tempo piu bello (a happy time in my life) della mia vita.

10 maggio 2002

Mi chiamo Ruben Nigita, vivo a Buenos Aires-Argentina ed ho 28 anni.
Scrivo perché i miei antenati sono nati a Comiso... e realmente sento un affetto e un desiderio di sapere su Comiso e le persone che vi vivono.

Mio nonno Biagio NIGITA fu battezzato nella Chiesa Madre nel 1925.
Poi nel 1926 venne con sua madre
Palma CASCONE in Argentina ... y aqui estamos ahora nosotros.

Realmente è un piacere sapere di voi e de Comiso... realmente desidero sapere delle mie origini, de Comiso y de su gente.
Scrivetemi. Mando un abrazo!..
                                           
Ruben Nigita

nigitaruben@yahoo.com.ar

7 maggio 2002

Ciao, sono un appassionato di musica e vi chiedo un favore: potreste darmi le marce tradizionali religiose di Comiso? O meglio perché non le mettete nel sito ?
Grazie.
 Ciao

Vincenzo

(C'è qualche comisano che vuole accontentare Vincenzo?
Se ci manda qualche marcia noi gliela faremo pervenire. Grazie).

27 aprile 2002

Ciao.  Io sono cumisaro  e abito  in Germania dal 1973.
Amo molto il mio paese e provincia. Saluti a tutti i
cumisani

Vittorio  Iacono

2 aprile 2002

Auguri! Veramente un bel sito.
Continuerò a visitare e parlerò ai miei amici di questo sito.

Ho dei parenti in Comiso, Santa Croce e Ragusa. Ci voglio mandare i miei saluti.
Di nuovo auguri. Al prossimamente

Biagio Ragusa      

13 marzo 2002

Oggetto: Cumisari, vi scrive Ciccio Turtula.

Con emozzione vi scrive Francesco Giovanni Turtula (Ciccio), nato a Comiso il 6 di maggio del 1936 en la via Generale Amato 110, emigrato in Argentina gennaio de 1950.

Cercando informazioni sul ponte di Messina, mi venne il pensiere di saper qualche cosa dell´aeroporto di Comiso (dove vedevamo i bombardamenti etc etc..); ed ho trovato con sorpresa la pagina, e vi scrivo, senza pensare.

Nello sport del Rugby mi chiamano Ciccio, Ciccio mai abbandonato.
Scusi per il mio scritto in italiano.

Per piacere fatemi conoscere la direccione (mail) di cualque parente: Arch. Antonello Cilia, Turtula Giovanni e altri
                                Tante Grazie e
Saluti a tutti       

cicciorugby@hotmail.com                                                                                                          

5 marzo 2002

Oggetto: averiguación (ricerca)

Por favor necesitaría información sobre la FAMILIA FIRRISI in Comiso.
Grazie.

Mi papá Giuseppe Mateo Ferrisi (Buenos Aires-Argentina) busca (cerca) Francisco Firrisi (Vía Lanza n°15 - Comiso).

Federico.Ferrisi@avon.com

12 febbraio 2002

Sono un vero nostalgico Comisano che vive al nord Italia per lavoro.
Ho visitato dettagliatamente il sito e devo dire che fa un certo effetto; è molto dettagliato e preciso.
Solo un comisano può apprezzare il lavoro che avete fatto per realizzarlo!
Comunque mi congratulo con voi per l'emozione che questo sito riesce a trasmettere;
continuate a renderlo sempre più completo.

Il nostro essere siciliani a Comiso va un po' aldilà; abbiamo abitudini, usi e dialetto che difficilmente ho riscontrato in soventi confronti con altri siciliani.

Mi permetto di menzionare e suggerirvi di aggiungere nel sito le famose
miniminagghie,
che si ripetevano nel periodo di carnevale. Immagino che sappiate di cosa parlo...
Mi è sembrato che nel sito non vi è alcun cenno.
Complimenti ancora e... arrivederci!!!


Raffaele

24 gennaio 2002

Oggetto: Cognomi antichi

Diversi cognomi, quali Amadei, Amodei, Bellomo, Blanco, Castro, Della Croce, Dibennardo, Incorvaia, Morales, Sciveres, ecc., hanno chiara provenienza spagnola.

Non solo, sia i toponimi di alcune contrade comisane che parole di uso dialettale provengono esclusivamente dallo spagnolo e, alcune, dal francese.  

kappa

12 gennaio 2002

Oggetto: Famiglia PANASCIA originaria di Comiso

Sono un discendente della famiglia Panascia di Comiso che, visitando il Vs. sito, ho appreso era presente a Comiso già dal 16° secolo.
Il nostro cognome è unico su tutto il territorio nazionale e siamo presenti in Lazio, Campania e naturalmente in Sicilia.
Sono  venuto a conoscenza del sito web "Comiso e Comisani" attraverso un motore di ricerca in modo del tutto casuale.
Le notizie di cui disponiamo sull'origine della nostra famiglia hanno inizio dal padre di mio nonno paterno  che era di Comiso. Si chiamava Giovanni, nacque presumibilmente nel 1840 e sappiamo che nel 1865 sposò Maria Minardi ( parente di un medico di Comiso e di un farmacista che gestiva la Farmacia "Nobile" che probabilmente tuttora esiste).
Il Bisnonno Giovanni, che era imprenditore edile, si trasferì poi a Ragusa dove costruì diverse abitazioni nel quartiere "Carmine". Si occupò anche della  costruzione della galleria ferroviaria.

Congratulandomi per l'interessante sito web realizzato,  porgo i miei più  cordiali saluti


Giovanni Panascia   







ANNO 2001

18 settembre 2001

Ho trovato per caso la vostra home page ed ho visto le foto della mia bella Comiso.
Anche i miei bambini sono rimasti contenti del vostro sito; hanno preso foto e storia per la scuola e così fanno conoscere Comiso pure in Germania.
Mi piacerebbe ricevere mail da Comiso oppure foto e avere contatti con qualche comisano tramite mail.
Io pure sono comisano; se qualcuno mi conosce sono
GIOVANNI CANUTO.

METTETEVI IN CONTATTO CON ME:
govcanuto@aol.com
ciao

14 giugno 2001

Oggetto: Saluti da Brooklyn

Sono immigrata in America nel 1970, alla giovane età di 15 anni...e adesso grazie a Internet ho trovato la vostra pagina.......e mi sembra di essere di nuovo a Comiso.
Le foto sono stupende....e proprio adesso stavo leggendo i PROVERBI E DETTI POPOLARI.... Ma ne manca uno....la mia mamma sempre mi diceva....
" Cu avi figgi o latu nun mori appanatu".
Saluti cari dall'America

MGJ

11 giugno 2001

Volevo suggerire di inserire nella sezione "PARLATA", sotto appellativi personali, la parola "curputu"  e nelle imprecazioni "va spariti o scuru!".
Ciao

Morpheus

5 giugno 2001

Oggetto: Saluti dal Venezuela.

Veramente molti ma molti complimenti: una bellisima iniziativa; avanti a portarla a termine. Cordiali saluti a tutti.

Angelo Bufalino

24 aprile 2001 

Sono stato a Comiso per la recente Pasqua......U-Comisu e la sua Pasqua sono originali. Grazie per la vostra cura.

Saluti

Al Amato




vai a
LETTERE E MESSAGGI

degli anni 2007, 2008, 2009, 2010

degli anni 2011, 2012, 2013, 2014



per tornare all'inizio della pagina

NOTA

Attivando le casse acustiche si può ascoltare il brano musicale 'A passiata â villa, composto da Biagio F., nell'esecuzione del maestro Marcello Serafini.