Crea sito

comiso



Per le piaghe che soffristi,
 

http://comiso.altervista.org

Gesù mio, con tanto amore
e con tanto tuo dolore,
abbi, o Dio, di me pietà


Coroncina di
Gesù Crocifisso

comisani@libero.it




COMISO E COMISANI





COLLEGAMENTI


- RELIGIOSITÀ POPOLARE

- TRADIZIONE

- STORIA LOCALE

- COMISANI

- NOMI E COGNOMI

- VARIA

- LETTERE E MESSAGGI

-
VECCHIE IMMAGINI

-
DIARIO APERTO

HOME PAGE

 


Coroncina di
GESU' CROCIFISSO


Nella Chiesa di S. Francesco, in tutti i primi venerdì dell'anno ed in tutti i venerdì del mese di marzo, presso l'altare del Crocifisso si celebrava la S. Messa e si recitava la seguente coroncina.


PRATICHE DEVOZIONALI

- Settenario della Madonna Addolorata
-
Novenario della Madonna Annunziata
-
Coroncina di Maria SS. del Lume
-
Coroncina dei 7 dolori di Maria Santissima
-
Corona in suffragio delle anime del Purgatorio
-
Coroncina dell'Arcangelo Raffaele
-
Coroncina a Santa Filomena
-
Coroncina a San Giuseppe
-
Coroncina di Gesù Crocifisso
-
Coroncina a Maria SS. della Mercede
-
Lodi a Maria nel mese di maggio
-
Coroncina a San Francesco d'Assisi
-
Viaggio di Maria e Giuseppe a Bethlem






Coroncina di

Gesù Crocifisso


- Deus in adiutorium meum intende
R: Domine ad adiuvandum me festina
- Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto
R: Sicut erat in principio et nunc et semper et saecula saeculorum. Amen.


1

Signor mio Crocifisso, io adoro la piaga del vostro piede sinistro.
Vi ringrazio d'averla per me sofferta con tanto dolore e con tanto amore.
Compatisco la pena vostra e della vostra afflitta Madre.
Per li meriti di questa santa piaga Vi priego a concedermi il perdono dei peccati miei, dei quali con tutto il cuore sopra ogni male me ne pento, per essere state offese della vostra infinita bontà.
Maria Addolorata, pregate Gesù per me.

Per le piaghe che soffristi,
Gesù mio, con tanto amore
E con tanto tuo dolore,
Abbi, o Dio, di me pietà.

Pater, Ave, Gloria


2

Signor mio Gesù Cristo, io adoro la piaga del vostro piede destro.
Vi ringrazio per averla per me sofferta con tanto dolore e con tanto amore.
Compatisco la pena vostra e della vostra afflitta Madre.
Per li meriti di questa santa piaga Vi priego a darmi fortezza di non cadere per l'avvenire in peccato mortale, ma di perseverare in grazia vostra fino alla morte.
Maria Addolorata, pregate Gesù per me.

Per le piaghe che soffristi,
Gesù mio, con tanto amore
E con tanto tuo dolore,
Abbi, o Dio, di me pietà.

Pater, Ave, Gloria


3

Signor mio Gesù Cristo, io adoro la piaga della vostra mano sinistra.
Vi ringrazio d'averla per me sofferta con tanto dolore e con tanto amore.
Compatisco la pena vostra e della vostra afflitta Madre.
Per li meriti di questa santa piaga Vi priego a liberarmi dall'inferno tante volte da me meritato, dove non potrei amarVi più.
Maria Addolorata, pregate Gesù per me.

Per le piaghe che soffristi,
Gesù mio, con tanto amore
E con tanto tuo dolore,
Abbi, o Dio, di me pietà.

Pater, Ave, Gloria


4

Signor mio Gesù Cristo, io adoro la piaga della vostra mano destra.
Vi ringrazio d'averla per me sofferta con tanto dolore e con tanto amore.
Compatisco la pena vostra e della vostra afflitta Madre.
Per li meriti di questa santa piaga Vi priego a donarmi la gloria del santo Paradiso, dove Vi amerò perfettamente, e con tutte le mie forze.
Maria Addolorata, pregate Gesù per me.



Per le piaghe che soffristi,
Gesù mio, con tanto amore
E con tanto tuo dolore,
Abbi, o Dio, di me pietà.

Pater, Ave, Gloria


5

Signor mio Gesù Cristo, io adoro la piaga del vostro costato.
Vi ringrazio d'avere voluto anche dopo morte soffrire quest'altra ingiuria senza dolore sì, ma con sommo amore.
Compatisco l'afflitta vostra Madre, che fu sola a sentire tutta la pena.
Per li meriti di questa santa piaga Vi priego a concedermi il dono del vostro santo amore, acciocché Vi ami sempre in questa vita, per poi venire ad amarVi eternamente in Paradiso.
Maria Addolorata, pregate Gesù per me.

Per le piaghe che soffristi,
Gesù mio, con tanto amore
E con tanto tuo dolore,
Abbi, o Dio, di me pietà.

Pater, Ave, Gloria


PREGHIERA

Signor mio Gesù Cristo, per la redenzione del mondo voleste nascere ed essere circonciso, riprovato xxx xxxxxx, e da Giuda con bacio tradito; permetteste essere legato, come un agnello innocente condotto ingiustamente alla stragge; presentato ingiuriosamente al cospetto di Anna, di Erode, di Caifasso e di Pilato; accusato da falsi testimonii, con flagelli e schiaffi percosso, saturato di obbrobrii, macchiato con sputi, coronato di spine, percosso con la canna, velato nella faccia, spogliato delle vesti, trafitto con chiodi, sollevato nella croce, collocato fra i ladroni, abbeverato con fiele ed aceto, morto e ferito da una lancia.
Caro mio Redentore, Vi prego per questi vostri amorosissimi affanni, per la vostra santissima passione e morte a liberarmi dalle pene dell'inferno, ed a condurmi, come faceste col buon ladrone, in Paradiso.
Così sia.

(Chi dirà la precedente orazione libera un'anima dal Purgatorio)

- Christus vulneratus est propter iniquitates nostras.
- Attritus est, propter scelera nostra cuius livore sanati sumus.

OREMUS

Respice quaesumus, Domine, super hanc familiam tuam, pro qua Dominus noster Jesus Christus non dubitavit manibus tradi nocentium, et crucis subire tormentum.
Qui tecum vivit et regnat in sæcula sæculorum. Amen.

 




per tornare all'inizio della pagina